Iscrizione

La legge determina le professioni intellettuali per l'esercizio delle quali è necessaria l'iscrizione in appositi Albi o elenchi. L'accertamento dei requisiti per l'iscrizione negli Albi o negli elenchi, la tenuta dei medesimi e il potere disciplinare sugli iscritti sono demandati alle associazioni professionali, sotto la vigilanza dello Stato, salvo che la legge disponga diversamente. Ai sensi dell'art. 4 del DPR del 5 aprile 1950, n. 221, la domanda di iscrizione è fatta all'Ordine o al Collegio nella cui circoscrizione il richiedente ha la sua residenza. Contro il rifiuto dell'iscrizione o la cancellazione dagli Albi o elenchi, e contro i provvedimenti disciplinari che importano la perdita o la sospensione del diritto all'esercizio della professione è ammesso ricorso in via giurisdizionale nei modi e nei termini stabiliti dalle leggi speciali.

Cittadini italiani

ELENCO DOCUMENTI PER L'ISCRIZIONE ALL'ALBO PROFESSIONALE

  • Domanda di iscrizione in carta bollata da Euro 16,00 (vedi fac-simile);
  • N. 2 fotografie uguali formato tessera, fotocopia del documento d'identità e del codice fiscale;
  • Fotocopia del titolo abilitante la professione (Diploma Professionale o Laurea);
  • Ricevuta del versamento di € 168,00 "Tassa Concessioni Governative" - a mezzo c/c postale n.8003 con causale "Iscrizione Collegio IPASVI"
  • Ricevuta del versamento di € 55,95 al Collegio di Chieti quale quota di iscrizione da versare sul c/c postale n. 14039663 intestato al Collegio IPASVI di Chieti.

Coloro i quali sono in possesso di più titoli (Infermiere, Assistenti Sanitarie o Vigilatrici d'Infanzia) possono essere iscritti ai diversi Albi Professionali, presentando le fotocopia dei rispettivi titoli abilitanti e pagando per ogni Albo la Tassa di Concessioni Governative e la quota di iscrizione.

La domanda deve essere presentata presso la segreteria del Collegio durante gli orari di apertura, dalla persona interessata.

Scarica la domanda di iscrizione

Il fac-simile della domanda può essere trascritto su foglio di carta semplice cui si applicherà la marca da bollo da € 16.00. Si ricorda che la marca da bollo deve avere la data di emissione contestuale o antecedente a quella della domanda di iscrizione.

La domanda non deve contenere cancellazioni o abrasioni.

Modalità di pagamento

La quota di iscrizione all'Albo non può essere versata presso il Collegio di Chieti, ma attraverso Bollettino Postale di Poste italiane, che è la società incaricata alla gestione del processo di riscossione. Se si dovessero utilizzare canali di pagamento differenti (es.: circuiti bancari, poste on line, ricevitorie SISAL, ecc.) occorre inviare via fax copia del versamento effettuato in quanto l'Ente non é in grado di verificare con Poste Italiane l'avvenuto pagamento.

Cittadini comunitari

I cittadini comunitari che possiedono un titolo professionale conseguito in un Paese della Comunità Europea ed intendono svolgere la professione sanitaria in Italia, devono presentare domanda per l'autorizzazione all'iscrizione all'Albo degli Infermieri presso il Ministero della Salute.

Per ulteriori informazioni sulle autorizzazioni collegarsi al sito del MINISTERO DELLA SALUTE: www.salute.gov.it

Dopo questo percorso l'interessato potrò richiedere ai Collegi IPASVI di sostenere l'esame di conoscenza della lingua italiana, prerequisito all'iscrizione all'Albo.

Superata la prova di conoscenza della lingua italiana, il professionista potrà richiedere l'iscrizione presso il Collegio Provinciale di residenza.

ELENCO DOCUMENTI PER L'ISCRIZIONE ALL'ALBO PROFESSIONALE PER I CITTADINI DELL'UNIONE EUROPEA

  • Domanda di iscrizione in carta bollata da Euro 16.00 (vedi fac-simile);
  • 3 foto formato tessera uguali e recenti, di cui una verrà legalizzata ai sensi dell’Art. 34 DPR 445/2000 da parte del Collegio IPASVI;
  • Autorizzazione da parte del Ministero della Salute per l’iscrizione all’Albo degli Infermieri tenuto dal Collegio IPASVI e relativa documentazione allegata, in Originale, di cui sarà effettuata copia autenticata ai sensi dell’Art. 18 DPR 445/2000 da parte del Collegio IPASVI, esente dall’imposta di bollo ai sensi dell’ Art. 37 DPR 445/2000;
  • Permesso di Soggiorno valido in Originale, di cui sarà effettuata copia autenticata ai sensi dell’Art. 19-Bis DPR 445/2000 dal parte del Collegio IPASVI, esente dall’imposta di bollo ai sensi dell’ Art. 37 DPR 445/2000;
  • Carta di Identità o Passaporto, di cui sarà effettuata copia autenticata ai sensi dell’Art. 19-Bis DPR 445/2000 dal parte del Collegio IPASVI, esente dall’imposta di bollo ai sensi dell’ Art. 37 DPR 445/2000;
  • Fotocopia del titolo abilitante e relativa traduzione (in carta semplice);
  • Ricevuta del versamento di € 168,00 - Tassa Concessioni Governative - a mezzo c/c postale n. 8003 con causale "Iscrizione Collegio IPASVI";
  • Ricevuta del versamento di € 55,95 al Collegio di Chieti quale quota di iscrizione da versare sul c/c postale n. 14039663 intestato al Collegio IPASVI di Chieti.

La domanda deve essere presentata presso la segreteria del Collegio durante gli orari di apertura, dalla persona interessata.

Scarica la domanda di Iscrizione Cittadini Stranieri comunitari

Il fac-simile della domanda può essere trascritto su foglio di carta semplice, cui si applicherà la marca da bollo da € 16.00. Si ricorda che la marca da bollo deve avere la data di emissione contestuale o antecedente a quella della domanda di iscrizione.

La domanda non deve contenere cancellazioni o abrasioni.

Cittadini extra comunitari

I cittadini extra comunitari che abbiano conseguito un titolo abilitante la professione di infermiere possono chiedere il riconoscimento del proprio titolo, così come previsto dalla legge n. 40/2000 del Ministero della Salute. La richiesta di riconoscimento varia a seconda della situazione del richiedente:

  • Domanda di riconoscimento di un titolo abilitante l'esercizio di una professione sanitaria acquisito o riconosciuto in un paese dell'unione Europea da cittadini stranieri, non comunitari
  • Domanda di riconoscimento di un titolo abilitante l'esercizio di una professione sanitaria conseguito in un Paese Terzo da cittadini stranieri, non comunitari
  • Domanda di riconoscimento di un titolo professionale complementare di titolo abilitante l'esercizio di una professione sanitaria per cittadini stranieri, non comunitari, provenienti da un Paese Terzo ai fini dell'ammissione agli impieghi e allo svolgimento delle attività sanitarie nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale

Il Ministero decreterà il riconoscimento del titolo abilitante, od in alternativa, darà indicazioni al richiedente circa il percorso da seguire.

Solo dopo questo percorso l'interessato potrò richiedere ai Collegi IPASVI di sostenere l'esame di conoscenza della lingua italiana e della normativa riguardante l'esercizio professionale, prerequisito all'iscrizione all'Albo.

Superata la prova di conoscenza della lingua e della normativa italiana per l'esercizio della professione, il richiedente potrà richiedere l'iscrizione presso il Collegio Provinciale di residenza.

Per ulteriori informazioni sul riconoscimento dei titoli collegarsi al sito del MINISTERO DELLA SALUTE: www.salute.gov.it

ELENCO DOCUMENTI PER L'ISCRIZIONE ALL'ALBO PROFESSIONALE PER I CITTADINI NON COMUNITARI

  • Domanda di iscrizione in carta bollata da Euro 16.00 (vedi fac-simile);
  • N. 3 foto formato tessera uguali e recenti, di cui una verrà legalizzata ai sensi dell’Art. 34 DPR 445/2000 da parte del Collegio IPASVI;
  • Decreto di Riconoscimento da parte del Ministero della Salute di Titolo di Studio estero quale abilitante per l’esercizio in Italia della Professione di Infermiere, in Originale, di cui sarà effettuata copia autenticata ai sensi dell’Art.18 DPR 445/2000 dal parte del Collegio IPASVI, esente dall’imposta di bollo ai sensi dell’ Art. 37 DPR 445/2000;
  • Permesso di Soggiorno valido in Originale, di cui sarà effettuata copia autenticata ai sensi dell’Art. 19-Bis DPR 445/2000 dal parte del Collegio IPASVI, esente dall’imposta di bollo ai sensi dell’ Art. 37 DPR 445/2000;
  • Carta di Identità o Passaporto, di cui sarà effettuata copia autenticata ai sensi dell’Art. 19-Bis DPR 445/2000 dal parte del Collegio IPASVI, esente dall’imposta di bollo ai sensi dell’ Art. 37 DPR 445/2000
  • Fotocopia del titolo abilitante la professione e relativa traduzione (in carta semplice);
  • Dopo aver sostenuto con esito positivo l'esame, portare la ricevuta del versamento di € 168,00 sul c/c postale n. 8003 - Tassa Concessioni Governative; causale "Iscrizione Collegio IPASVI";
  • Dopo aver sostenuto con esito positivo l'esame, ricevuta del versamento di € 55,95 al Collegio di Chieti quale quota di iscrizione da versare sul c/c postale n. 14039663 intestato al Collegio IPASVI di Chieti.

La domanda deve essere presentata presso la segreteria del Collegio durante gli orari di apertura, dalla persona interessata.

Scarica la domanda di Iscrizione Cittadini Stranieri extra comunitari

Il fac-simile della domanda può essere trascritto su foglio di carta semplice, cui si applicherà la marca da bollo da € 16.00. Si ricorda che la marca da bollo deve avere la data di emissione contestuale o antecedente a quella della domanda di iscrizione. La domanda non deve contenere cancellazioni o abrasioni.

Previdenza infermieristica ENPAPI
Certificazione di qualità RINA